Le più grandi sciagure dell’umanità sono state originate da chi ha voluto semplificare la vita pianificando il mondo.

Giovannino Guareschi

martedì 9 luglio 2013

Vango - un principe senza regno

Ho appena terminato la lettura della seconda parte delle avventure di Vango, misterioso eroe uscito dalla penna di Timothée de Fombelle.

Il secondo romanzo è, come il primo, avvincente sin dalle prime pagine, e l'autore rituffa il lettore nel mare impetuoso che segna l'esistenza di Vango e dei suoi amici in lotta contro misteriosi personaggi.


Poco per volta la trama si snoda e le vicende sembrano trovare una giusta collocazione, lasciando però il protagonista in attesa di una soluzione definitiva, sull’esito della ricerca delle proprie origini, sino al termine del romanzo.


La lettura è appassionante e fresca, come bere da una fonte alpina, e conduce il lettore sulle cime della fantasia e sulle vette dell'immaginazione.


La storia ha il suo lieto fine e ci svela il vero volto di Vango che, per come l'abbiamo conosciuto nelle pagine dei due romanzi, sembra talmente reale che non ci stupiremmo di poterlo incontrare in una locanda, seduto al tavolo vicino al nostro, a fare quattro chiacchiere con Ethel e La Talpa !


Un lettura più che piacevole, adatta a ragazzi e ad adulti che hanno mantenuto il piacere delle letture per ragazzi!



                                               




Timothée de Fombelle, Vango – un principe senza regno, Edizioni San Paolo, 2012

Nessun commento:

Posta un commento